MANIFESTO

UNTERBAHN

Scava nel passato per mostrare film e video dimenticati, oscurati o che per qualsiasi ragione non abbiamo potuto vedere.
Rifiuta l’idea che solo le opere migliori sopravvivano alla Storia e afferma il valore di ciò che è stato scartato o mutilato dal tempo e dall’uomo.
Con lo stesso spirito archeologico affronta il presente, perché spesso le opere di valore si perdono nel rumore e nell’affollamento generale di contenuti.
Ama accompagnare nuove forme d’arte e tecnologie ad altre generalmente considerate estinte o obsolete, perché crede che il passato sia una inesauribile fonte di novità: si trasforma ogni volta che qualcuno lo recupera e lo condivide.
Attorno all’immagine, crea una trama di colonne sonore, installazioni, mostre, performance; visioni e azioni collettive, interattive, che abbattono la barriera pubblico/spettacolo.